shopping-bag 0
Items : 0
Subtotal : 0.00£
View Cart Check Out

BOTTAS DOMINA TRA LE ALPI AUSTRIACHE

Il finlandese Valteri Bottas ha conquistato il Gran Premio austriaco, disputatosi al Red Bull Ring tra il verde delle montagne della Stiria.

Il pilota Mercedes si è imposto fin dalla pole del sabato, mettendosi dietro il ferrarista Vettel e il ben più blasonato compagno di squadra, Lewis Hamilton.

Ha fatto molto discutere la sua reattiva partenza, partendo appena due decimi dopo lo spegnersi dei semafori, e destando scalpore e dubbi sulla regolarità della sua manovra, in particolare tra i suoi colleghi Vettel e Ricciardo, i quali hanno subito chiesto spiegazioni via radio. Che sia stata bravura o fortuna, la partenza del finlandese è risultata regolare, facendo scattare subito la Mercedes numero 77 che ha iniziato ad imporre il suo ritmo sulla concorrenza.

La partenza bruciante di Bottas
Foto di GP Update

Da segnalare in questa gara una partenza non esente da incidenti nelle retrovie, con Kvyat che arriva lungo alla prima curva a ruote fumanti, mettendo subito KO Alonso e Verstappen. Molto sfortunato l’olandese, giunto al suo quinto ritiro nelle ultime sette gare.

Kvyat centra Alonso, costringendolo al ritiro

Dopo i primi giri e appena dietro alla testa della corsa, troviamo Hamilton costretto a rimontare dall’ottava posizione, a causa dell’arretramento in griglia per la sostituzione del cambio, portandosi mano a mano in quinta posizione alle spalle di Raikkonen, con il finlandese che riesce a resistere agli attacchi dell’inglese.

Strategia strana per Hamilton, in quanto con gomme SuperSoft viene richiamato ai box appena dopo 30 giri, montando le gomme UltraSoft, mentre quasi tutti si aspettavano un cambio dopo più giri di gara, essendo partito con la mescola media delle tre portate dalla Pirelli.

Lewis Hamilton in azione al Red Bull Ring
Foto di Cattagni

Non molto da segnalare nella parte centrale di gara, con le posizioni che rimangono invariate. Gara che si riaccenderà negli ultimi dieci giri, quando Vettel e Hamilton cominciano a farsi sotto rispettivamente a Bottas e Ricciardo.

Il numero 44 della Mercedes tenterà addirittura l’attacco al pilota della Red Bull a tre giri dalla fine, lungo il rettilineo che porta alla curva Schlossgold, ma l’australiano stringe i denti tirando la staccata al suo avversario, costretto a rimanere dietro agli scarichi della vettura austriaca.

Ricciardo e Hamilton in lotta
Foto di Lat Images

Davanti, Vettel si fa minaccioso negli specchietti di Bottas, portandosi sotto il secondo nell’ultimo giro, ma non sufficientemente vicino da tentare l’attacco, rimanendo dietro la Mercedes fino al traguardo.

Cosi Bottas conquista la sua seconda vittoria stagionale, una in meno rispetto ai due contendenti al titolo Vettel ed Hamilton, oltre a portarsi a 15 punti di distacco dal suo caposquadra. Numeri e risultati facenti pensare che il finlandese non sia semplicemente una seconda guida al servizio di sua maestà Hamilton, ma un pilota su cui si possa puntare per vincere il titolo, nonché portatore di vittorie e punti preziosi per la scuderia tedesca.

Il podio del GP d’Austria, primo Bottas, secondo Vettel, terzo Ricciardo
Foto di Lat Images

In classifica piloti Vettel vede allungare il suo vantaggio su Hamilton di ulteriori 6 punti, giungendo a 20 di vantaggio, mentre la Mercedes allunga sulla Ferrari nei costruttori con 33 punti di vantaggio. La scuderia del cavallino rampante dovrà sperare molto nel rendimento di Raikkonen, spesso non costante ed oggi piazzato con un anonimo quinto posto, se vorrà avere ancora chances di vittoria del campionato.

La Formula 1 riprenderà subito domenica 16 luglio a Silverstone, patria del campione inglese Lewis Hamilton, che sicuramente sarà il favorito per questo Gran Premio, con Vettel chiamato a difendere la sua leadership, disponendo del nuovo motore Ferrari. E sicuramente sempre occhio ad eventuali infiltrati nella lotta, come Bottas, Raikkonen e le Red Bull, che potrebbero avere il loro peso e influenza sul campionato stesso.

 

Scritto da Riccardo Morelli

Vista aerea del circuito di Silverstone

Leave a Reply

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close